Questo articolo è stato letto337volte!

UILPA interviene con i vertici dell’Agenzia al fine di evitare che beni personali delle lavoratrici e dei lavoratori (smartphone) diventino strumenti necessari per svolgere l’attività lavorativa (in ufficio o da remoto).

Infatti, un’innovazione tecnologica prevista prioritariamente per l’accesso ai servizi da fornire all’utenza da parte delle colleghe e dei colleghi dei CAM attraverso la nuova piattaforma c.d. “CRM” starebbe per imporre, di fatto, l’uso del telefonino personale come necessario per scaricare specifica APP su cui poter ricevere i codici di sicurezza di accesso alla piattaforma e poter lavorare anche in ufficio.

Nell’allegato nostro documenti i termini della questione e le proposte risolutive.

Il Coordinamento Nazionale

Di Admin