Questo articolo è stato letto1618volte!

IMPORTANTE AUDIZIONE PARLAMENTARE SULLE NORME CHE REGOLAMENTERANNO LE AGENZIE FISCALI

FORTE E CHIARA POSIZIONE DELLA UILPA!!

 Documento Audizione UILPA

Nelle giornate del 15 e 16 luglio u.s. si sono tenute le audizioni parlamentari delle OO.SS. e dei vertici delle Agenzie presso la Commissione Finanze e Tesoro del Senato in merito allo schema di decreto legislativo di revisione dell’organizzazione delle Agenzie fiscali. La UILPA è stata rappresentata dal Segretario Nazionale Sandro Colombi e dal Coordinatore Nazionale UILPA Agenzia Entrate Renato Cavallaro.

L’audizione è stata un’importante occasione in cui le OO.SS. hanno potuto rappresentare, prevalentemente con i propri documenti di sintesi (visto i pochi minuti di interlocuzione previsti dalle rigide formalità parlamentari), le proprie posizioni e proposte sulle tematiche che lo schema di decreto (già oggetto di nostra analisi con il comunicato del 27 giugno u.s.) andrebbe a disciplinare. In tal senso rinviamo al nostro documento di sintesi che troverete in allegato o al seguente link audizione UILPA del Senato.

Con riferimento all’audizione dei vertici della nostra Agenzia ed in particolare alla documentazione presentata alla Commissione Finanze e Tesoro, registriamo l’ampia, anzi eccessiva, attenzione dedicata alla “ricostruzione” dei principi di autonomia di governance dell’Agenzia su cui, negli anni passati, si sono basate scelte gestionali sul personale e sulla dirigenza, a nostro giudizio, assolutamente “autoreferenziali” (cfr. nostro documento di audizione) e che hanno portato all’attuale status di “scompiglio” organizzativo.

Nulla sul fatto che le risorse destinate all’incentivazione vengono bloccate “sine die” a fronte della previsione degli incrementi annuali degli obiettivi in convenzioni.

Nulla sul fatto che i criteri di valutazione della perfomance verrebbero definiti e “calati dall’alto” dal MEF sottraendo la contrattazione alle ordinarie relazioni sindacali di settore.

Nulla sulle possibilità di sviluppo professionale ed economico dei lavoratori del fisco.

Per quanto riguarda la posizione delle altre OO.SS. riteniamo democratico e trasparente che siano i lavoratori ad esprimere un giudizio leggendo e valutando i documenti di audizione già presentati alla Commissione Parlamentare.

Non riteniamo, quindi, necessario replicare alle affermazioni mistificatorie di altra sigla autonoma che demagogicamente, con un loro comunicato sull’audizione, si “autonomina” unica O.S. depositaria del vessillo di difensore dei lavoratori e per di più lo fa denigrando le altre ma omettendo di dire che, in realtà, l’unica sigla che ha incentrato la sua audizione esclusivamente sugli insufficienti 5 minuti di intervento sono proprio loro non avendo presentato opportunamente in anticipo o in quella sede la propria posizione seppur sinteticamente per iscritto.

Peccato! Hanno dato un pessimo segnale di disinteresse a chi sarà il legislatore del nostro futuro lavorativo. Non è solo con gli slogan nei comunicati che si tutelano i colleghi.

Al seguente link del sito del Senato è visionabile la registrazione integrale delle audizioni delle OO.SS. tra cui l’intervento UILPA dopo circa il minuto “20” della registrazione e si ribadisce il necessario rinvio al più esaustivo ed incontrovertibile documento presentato agli atti della Commissione.

Roma, 16 luglio 2015

Coordinamento Nazionale

UILPA Agenzia Entrate

Documento Audizione UILPA

Comunicato audizione