Questo articolo è stato letto832volte!

Ancora una volta è UILPA a farsi carico di reclamare l’esigenza di rivedere complessivamente l’istituto delle Elevate Professionalità tanto più, ormai, alla luce del nuovo ordinamento professionale e della prossima definizione delle famiglie professionali. In tal senso, urge, anche, rivedere i criteri di selezione che, come UILPA sta concretamente dimostrando, vengono piegati dalla governance dell’Agenzia a finalità non necessariamente virtuosi.

In allegato, la nota UILPA ai vertici dell’Agenzia, in cui si segnala l’ennesima casistica di grave “forzatura” delle regole e di non trasparente selezione.

Purtroppo, i casi sono molti ma UILPA non può che chiedere e perseguire giustizia dei singoli casi e, in generale, la soluzione attraverso una necessaria revisione organica di tutto l’istituto delle Elevate Professionalità.

Il Coordinamento Nazionale

Di Admin