Questo articolo è stato letto627volte!

SVILUPPI DOPO LA NOSTRA NOTA E LA RIUNIONE DI OGGI 4 MAGGIO!

Come UILPA siamo intervenuti tempestivamente, con l’allegata diffida, con riferimento alle note del 28 aprile u.s. e dei pareri della Funzione Pubblica con cui l’Agenzia ha inteso disconoscere ex post gli specifici congedi previsti in favore dei genitori dipendenti pubblici ai fini della cura, nel periodo di pandemia COVID, dei figli ed usufruiti nel periodo di giugno-agosto 2020, malgrado fossero stati a suo tempo espressamente autorizzati e legittimati dall’Agenzia stessa.

Con la diffida abbiamo innanzitutto inteso bloccare i provvedimenti che le varie strutture dell’Agenzia si apprestano ad emanare e tendenti al recupero economico delle giornate aventi il suddetto giustificativo ove non fosse diversamente giustificato. Inoltre, abbiamo chiesto l’immediato confronto da tenersi già nel contesto della riunione nazionale del 4 maggio, sebbene convocata su altri temi, al fine di definire con chiarezza e uniformità ogni idonea soluzione del problema che, lo ricordiamo, deriva non solo da interpretazione successiva della norma ma anche dal colpevole ritardo con cui il datore di lavoro l’ha portato a conoscenza dei colleghi interessati.

Come richiesto da UILPA e da qualche altra O.S., nella riunione di oggi 4 maggio è stato affrontato il tema e, sebbene rapidamente, il Capo Divisione dott. Palumbo ha evidenziato che sta per procedere, con nota interna diretta a tutte le strutture regionali, al fine di chiedere ulteriori elementi inerenti la consistenza delle criticità e che, al contempo, ha disposto la sospensione di ogni azione di recupero e/o altre iniziative. Inoltre, si è impegnato che, non appena avrà acquisito tali elementi e verificato ulteriori aspetti normativi e interpretativi, convocherà le OO.SS..

Coscienti che la questione potrebbe non risolversi con un semplice confronto sulla problematica e che dovrà scontare approfondimenti giuridici ed iniziative sindacali ulteriori, come UILPA avevamo già predisposto un servizio di assistenza specifica delle colleghe e dei colleghi interessati alla problematica, supportati dal nostro Ufficio Normativa e disciplina del Coordinamento nazionale (email: normativadisciplina.entrate@uilpa.it ). Tale servizio, in attesa dei descritti sviluppi, resta al momento attivo per eventuali informazioni e chiarimenti per le colleghe e i colleghi interessati. Sarà riattivata la specifica assistenza sindacale ove le auspicabili soluzioni non saranno raggiunte nelle prossime settimane.

Qui di seguito la nostra diffida le note dell’Agenzia e i pareri della Funzione Pubblica

Il Coordinamento Nazionale

Di Admin