Questo articolo è stato letto60volte!

Costretti ad intervenire con l’allegata nota per evitare che le strutture dell’Agenzia applicassero in modo “elusivo” le disposizioni emergenziali emanate a tutela dei lavoratori e che consentono diffusamente di effettuare la prestazione lavorativa in lavoro agile.

Circostanza che, di fatto, solo successivamente si è ampiamente risolta in pressoché tutte le realtà della regione Puglia.  

Torna in altoTorna in alto