Agenzie fiscali: sì al miglioramento dell’autonomia finanziaria e di bilancio, no a modalità di privatizzazioni del modello organizzativo!

Dichiarazione del Segretario Confederale Uil Domenico Proietti e del Segretario Generale UILPA Nicola Turco La UIL condivide l’esigenza di migliorare il funzionamento delle agenzie fiscali anche attraverso una maggiore autonomia finanziaria, ma Continua»

NO A RIFORME CHE CREANO “SUDDITANZA” DEI LAVORATORI DEL FISCO!

NO a riforme del sistema delle Agenzie fiscali che consentirebbero al vertice di definire unilateralmente il rapporto di lavoro così come previsto dal Disegno di Legge n. 2837 attualmente in discussione in Continua»

TESTO AUDIZIONE UIL SU DDL RIFORMA SITEMA AGENZIE: NO A FORME DI PRIVATIZZAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO

Il Disegno di Legge n. 2837 in discussione presso la VI Commissione Finanze e Tesoro del Senato, relativo al riordino del sistema delle Agenzie fiscali, prevede “norme “speciali” che consentirebbero al vertice Continua»

Controllo più efficace della Governance da parte del Ministero vigilante

Dichiarazione del Segretario Confederale Uil, Domenico Proietti e del Segretario Generale della UILPA, Nicola Turco Le agenzie fiscali sono state un’importante innovazione nella pubblica amministrazione ed hanno contribuito a conseguire i primi Continua»

Stop alla logica dell’uomo solo al comando

Comunicato Stampa Dichiarazione del Segretario Confederale Uil, Domenico Proietti e del Segretario Generale della UILPA, Nicola Turco   STOP ALLA LOGICA DELL’UOMO SOLO AL COMANDO IL NUOVO CASO DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE Nel Continua»

 

NO A RIFORME CHE CREANO “SUDDITANZA” DEI LAVORATORI DEL FISCO!

Questo articolo è stato letto1835volte!

NO a riforme del sistema delle Agenzie fiscali che consentirebbero al vertice di definire unilateralmente il rapporto di lavoro così come previsto dal Disegno di Legge n. 2837 attualmente in discussione in Senato e che darebbe mano libera in materia di:

 

  • Valutazione
  • Sviluppi di carriera
  • Incentivazione, salario accessorio
  • Accesso/selezione/remunerazione, ecc. per P.O.S. e dirigenza
  • Mobilità
  • Formazione
  • Incremento di incarichi dirigenziali esterni (ex art. 19 c. 6 d.l.vo. 165/2001)

Tutto questo è previsto all’art. 2, comma 1, lett. i) del ddl 2837!

Da ciò risulta chiaro che la vera criticità del disegno di legge non è relativa, come alcuni vorrebbero far credere, alla previsione o meno di uno specifico “Comparto” per le Agenzie fiscali ma ai ben diversi aspetti che derogano, in senso peggiorativo, le norme sul pubblico impiego già di per sé penalizzanti lo status di lavoratore pubblico.

I lavoratori del fisco meritano effettivi riconoscimenti economici e professionali anche attraverso uno specifico “Comparto” ma che non sia una finzione, come quello in discussione, che di contrattazione non ha nulla ed è finalizzato solo a dare “mano libera” al datore di lavoro.

Non si può essere complici restando in silenzio o peggio esprimendo consenso a questa tipologia di “autonomia”.

Si all’autonomia derivante dall’effettivo status di lavoratore pubblico sottoposto al rispetto della legge e non a un datore di lavoro, di fatto, “privatistico”.

UILPA interviene in tutte le sedi e già da alcune settimane che, con lungimiranza, si rivolge ai cittadini ed ai lavoratori con un breve filmato e pubblicando il testo dell’audizione della UIL al Parlamento sul ddl n°2837, che troverete anche in allegato.

 link diretto visibile negli uffici anche senza internet


link visibile sul canale Uilpa Entrate di YuoTube

Il Coordinamento Nazionale

Torna in altoTorna in alto

webmaster Valerio Giuliani